INTRASATTA

CRACK! Fumetti dirompentiNaDir CollectiveCa.Co. Fest
Ue' Fest - Underground Eccetera

Presentano

Napoli 16 – 17 Luglio 2021

Scugnizzo Liberato
Laboratorio di Mutuo Soccorso
Salita Pontecorvo 46 – 80135

In Collaborazione con

POSTER ART: BAMBI KRAMER & LIUTO
www.bambikramer.ink

UE’ UNDERGROUND ECCETERA presenta INTRASATTA, ospitato e prodotto dallo SCUGNIZZO LIBERATO di Napoli, Laboratorio di Mutualismo e Spazio Sociale (luogo nato dalla riappropriazione dell’ex carcere minorile Filangieri) e promosso dai collettivi dei festival CRACK! di Roma, NaDir di Napoli e CA.CO. Fest di Bari, assieme alla Rete F.I.K.A. invita a partecipare alle due giornate del 16 e 17 luglio dove il fumetto e la stampa underground tornano finalmente tra i vicoli e le salite del quartiere Montesanto.

INTRASATTA: molte cose sono successe in questo anno in cui non si è potuta svolgere una regolare edizione del UE’ fest, e ora così, all’improvviso, abbiamo deciso di riaprire un appuntamento per il nostro network. 

INTRASATTA è un’intrusione improvvisa, mentre le cose succedono, cambiano, per tornare a vederci e a scambiare esperienze e progetti. Questo festival non sarà una vera edizione di UE’, nel senso che ci saranno ancora molte accortezze che ci imponiamo di seguire per la salute di tutti e tutte che non permetteranno appieno lo svolgimento della nostra manifestazione come l’abbiamo nel cuore. Sarà necessario limitare le esposizioni di banchetti per garantire le corrette distanze, e prevedere attraversamenti delle aree del festival che permettano di lasciare gli spazi liberi indispensabili per le misure di contenimento del virus. 

Ci saranno fanzine, mostre, presentazioni, musica: quello che sapete che caratterizza il UE’ fest. E troverete gli stessi sorrisi le stesse braccia aperte e la stessa atmosfera festosa. Chi non riuscirà a raggiungerci questa volta, la prossima sarà da festeggiare il doppio. Ma così all’INTRASATTA, abbiamo deciso di farlo lo stesso ed esserci, di raccontare alla nostra città che non abbiamo smesso di fare le cose, e di farle insieme. Abbiamo scelto di prenderci la gioia e la responsabilità di aprire ancora una volta al nostro pubblico i colori e gli inchiostri dell’autoproduzione stampata.

LE MOSTRE

ANNE VAN DER LINDEN

Pittrice e disegnatrice francese vive a Saint-Denis, sobborgo di Parigi.

La sua arte è un connubio tra espressionismo tedesco, incisione medievale e i fumetti di Robert Crumb. Le sue opere mettono a fuoco la parte animale del genere umano e come questa si scontri con una società normalizzata e pacata.
http://www.annevanderlinden.net 

YELE & TRÈS

Yele, classe ’84. Femminista, antifascista e anticlericale. Tres, graffiti artist classe ’80.

Con un occhio alla propaganda del secolo scorso e uno alle lotte dei giorni nostri, insieme realizzano poster di propaganda radicale e senza filtri.
VERITÀ PER MARIO PACIOLLA

Poster 6×3 realizzato per il Carnevale delle Arti di Barranquilla, in Colombia, tenutosi agli inizi di marzo. Mario Paciolla era un ragazzo di Napoli, un collaboratore delle Nazioni Unite trovato morto il 15 luglio 2020 nella sua casa a San Vicente del Caguán, a oltre 650 chilometri da Bogotà. La morte è stata con sospetta rapidità bollata come suicidio. Più probabile l’ipotesi che Mario sia stato sacrificato in un gioco sporco interno alla politica colombiana e coperto dal silenzio ai livelli più alti. Grazie all’inchiesta della giornalista colombiana Claudia Dunque, sappiamo infatti che Mario Paciolla scrisse dei rapporti riservati sull’assassinio di almeno sette adolescenti in un accampamento di quel che resta della guerriglia colombiana, da parte dell’esercito regolare, in un contesto nel quale esercito e paramilitari stanno sabotando il processo di pace. Tali rapporti sono evidentemente finiti nelle mani sbagliate e sono stati usati per provocare la caduta del Ministro della Difesa Botero. Per approfondire la questione, potete cercare le inchieste della giornalista colombiana Claudia Julieta Duque. 

https://it.justiceformario.com/
https://www.instagram.com/yele.1312/
https://www.instagram.com/tony_tres/

CAROLINE SURY

Lavora il foglio bianco con la penna e quello nero con le forbici e produce fumetti essenzialmente autobiografici.

Al centro di questa mostra ci sono piccoli corpi e grandi teste – piccole figure femminili, spesso doppie, ti osservano dalle loro maschere, metà umane e metà animali ad esse si alternano imponenti totem di carta immortalati sul muro

TROPIDELIA

https://tropidelia.wixsite.com/tropidelia

PERCY

Il fumetto “pane e le statue cittadine” è una striscia di circa 24 vignette/po- ster quadrate. Ogni vignetta viene attaccata su muro in maniera sequenziale trasformandolo in un fumetto istagram materiale, da leggere. Unʼ opera multi- mediale crossgender tra poster-art/fumetto/fumetto-ig.

https://www.instagram.com/zia.pane/

STORIES OF FEMINISM IN LEBANON – WHERE TO MARIE

Testi: Bernadette Daou e Yazan Al-Saadi

Disegni: Razan Wehbi, Rawand Issa, Tracy Chahwan, Joan Baz, Sirène Moukheiber

Le donne lottano da tempo contro i poteri coloniali per l’uguaglianza e la giustizia sociale, nonché contro le leggi settarie sullo status personale e l’intera struttura sociale patriarcale che le impone. Mentre le donne hanno preso parte attivamente alle lotte nazionaliste e anticapitaliste, dall’indipendenza nazionale alla resistenza all’occupazione israeliana, e hanno svolto ruoli fondamentali nelle lotte di classe come parte dei movimenti dei lavoratori e degli studenti, i loro compagni maschi hanno avuto la tendenza ad appropriarsi delle loro lotte, alienandosi e spingendo contro i programmi femministi con il pretesto che le “questioni femminili” non sono priorità rivoluzionarie.

Questo fumetto punta a mostrare perché e da dove i movimenti femministi in Libano siano nati e la loro crescita nel corso del secolo. Sicuramente non bastano le pagine di questa antologia per raccontare le vicende complete di un pezzo di storia femminista in Libano. Questo è il motivo per la scelta di raccontare la storia di oltre un secolo di attivismo femminista attraverso quattro narrazioni personali fittizie, tutte basate su un’ampia ricerca condotta tra il 2010 e il 2015.

Pubblicazione in italiano a cura di Fortepressa e D Editore

Progetto originale sostenuto dalla Fondazione Rosa Luxemburg – Beirut, grafica del volume di Rawand Issa, sito curato da Layal Khatib e traduzione inglese dall’originale arabo di Lina Mounzer.

https://wheretomarie.net/ar

https://wheretomarie.net/en

PROGRAMMA DELLE GIORNATE

VENERDÌ 16 

CORTILE

Le presentazioni verranno accompagnate/mischiate da esibizioni di musica dal vivo di Sid The Dig Digger e Numero71 Monobanda.

Presentazioni dalle 19:00 alle 21:00

UÉ SONA

The Delay in the Universal Loop

The Delay In The Universal Loop è Dylan Iuliano, musicista di Benevento.
INNER CAPITALISM è il suo ultimo lavoro, che esplora l’estetica del pop moderno e la durezza della sperimentazione musicale.
https://thedelayintheuniversalloop.bandcamp.com/ 

Ga-Rage

Garage-heavy, Lo-Fi Fuzzy Duo of Doom from NA-IT Formed in June ’15 in order to fight a tragically low self-esteem. Blowing up speakers and megaphones ever since.
https://ga-rage.bandcamp.com/ 

Unruly Girls

Drum machines martellanti, sintetizzatori acidi, basso distorto, chitarre fuzz dissonanti, noise lisergico, sono i composti della formula Unruly Girls, il moniker che fa capo al duo di Benevento. Pubblicano il secondo lavoro “Epidemic”  per Dirty Beach Records.
https://unrulygirlsmusic.bandcamp.com/ 

SABATO 17

CORTILE
Le presentazioni verranno accompagnate/mischiate da esibizioni di musica dal vivo di Sid The Dig Digger e Bam!Box

Presentazioni dalle 19:00 alle 21:00

UE’ SONA

Addolorata

Addolorata è un gruppo lol rap, nato a Napoli nel centro storico. Addolorata è composto da tre membri: Apostoli, Bellettini e Demarino. Apostoli è l’operaio, il manifestante con la molotov. Bellettini è la cassa, il charleston, il sogno. Demarino è uno smartphone con il vetro rotto, il mal di schiena.
https://open.spotify.com/artist/3ubnorZklDzfYlrcy6J8iB 

Saranno a UE’:

Fumettibrutti&Joe1, Profondissima, Radon, Subseri la Stamperia Sotterranea, Alessandra Oricchio, Ottoeffe, Borda!Fest – Produzioni Sotterranee / Federico Fabbri, Interiors, La Tana – Autoproduzioni, Yele&Tres, Macondo, Mad.rioska, Bad Moon Rising Production, Mia Werther//Gatto Productions, Nightputrid + Peer Pressure Press, El Rughi&Tropidelia, Mattia Secci, Lume&Effe, Martina Di Gennaro, Salvatore Liberti Illustration, Dalila Amendola, VI. VA., Apnea & Suegners, ORAutoproduzioni – Valerio Stacchini, Weirdoughcollective, Cinzia C, Santacremina, Etero de ke, ShaguraLab, BendaNera, Anemone, BruciacomeNeve, Noemi Battaglia, Simona Casteluccio, Camilla.Osa, Baba Fregapane, Cagne Sciolte e Etero De Che?!, Rancora Hatemade, Erianthe, Santo Diego, Giuliana Roviello aka Monstera Ink, Rose Romano, Psicosauro / Ga-Rage!, Vomit Pink , Nancy Downs, Resli Tale, Pirata Produzioni, Sanacore, Oilloc, Euno maya, Innaigentile, Valentina Gonzo, Percy il buio, Runa, FiLumena, MigliorEditore, T.A.L.E., Quattro Zero Quattro, Tamu Edizioni, Aspalax Comix, Marta Punxo, Armeria/l’Asilo, Sputnik Press, Traumart, Momo, Anne Van Der Linden, Caroline Sury, Percy Bartolini, Aspalax Comix, Fortepressa/La Bagarre.

Cerca nel festival la fanzine-manifesto disegnata da Jean Guichon prodotta da TINALS per sostenere ReteF.I.K.A.

Informazioni

Apertura Porte e Ingresso a Sottoscrizione dalle 17:30

Come Raggiungerci

Contatti

Mail:        uefest@riseup.net
Sito web:    www.uefest.net
Facebook:     @undergroundeccetera
Instagram:    @underground_eccetera_festival

AR EN FR IT PT ES